Sono in fase di erogazione; 100 mila euro alle famiglie in difficoltà. Il Comune impegnato per il “saldo” e per nuovi sussidi a sostegno del caro bollette

Todi, 23 novembre 2022 – E’ di oltre 60 mila euro l’importo che l’assessorato ai servizi sociali del Comune di Todi si appresta ad erogare a 360 famiglie per la spesa alimentare e per il rimborso della TARI. Più  nello specifico, nei prossimi giorni, si provvederà alla consegna, per un valore totale di 41 mila euro, di buoni spesa a 241 famiglie, con un importo unitario che varia a secondo il numero dei componenti dei nuclei, e alla liquidazione, sulla base delle fascia reddituale, di 120 mandati di pagamento per complessivi 20 mila euro per la restituzione della tassa sui rifiuti.

I due provvedimenti andranno a beneficio di tutte le domande presentate ed aventi i requisiti di ammissibilità, ma per il momento con un importo che copre circa il 60% totale spettante, visto che l’importo complessivo dei buoni spesa richiesti è stato pari a 58 mila euro e quello della TARI di 38 mila euro.
“Come Amministrazione comunale – spiega il Sindaco Antonino Ruggiano – abbiamo deciso di tenere aperte le graduatorie e di erogare subito in proporzione tutto lo stanziamento disponibile in bilancio, con l’impegno stringente di reperire entro l’anno le risorse per ulteriori 36 mila euro, così da poter soddisfare l’intero fabbisogno di quasi 100 mila euro a favore di situazioni di difficoltà”.

I sussidi in fase di liquidazione vanno ad aggiungersi agli 85 mila euro erogati la scorsa primavera a sostegno dei canoni di locazione, misura che vede peraltro ancora aperto, fino al 12 dicembre, il bando per le nuove domande. I “buoni spesa”, come in passato, potranno essere utilizzati negli esercizi commerciali del territorio comunale che hanno risposto al relativo avviso emanato dal Comune nei mesi scorsi per l’individuazione delle attività interessate a convenzionarsi, una modalità quest’ultima che permetterà di mettere in circolo i contributi pubblici a favore del sistema economico locale e il loro utilizzo soltanto per beni di prima necessità.
“Come Comune di Todi – sottolinea l’assessore ai servizi sociali Alessia Marta – si sta lavorando per dare continuità ai provvedimenti anche per l’anno venturo, durante il quale c’è la determinazione a mettere in campo anche altri strumenti a sostegno dei costi elettrici ed energetici delle famiglie“.

Da segnalare come anche nel 2021 il Comune di Todi abbia provveduto ad erogare contributi finalizzati al contrasto del disagio socio-economico per un importo, tra buoni spesa e rimborso TARI, attestatosi a quota 80 mila euro, rispetto ai 96 mila emersi con il bando 2022, scostamento che fotografa , purtroppo, un aumento delle situazioni di criticità socio-economica di circa il 20%.

 

(16)

Share Button