Presentato stamattina il cartellone delle iniziative in programma dal 3 dicembre all’8 gennaio

Città di Castello , 28 novembre 2022 – A Natale Città di Castello fa festa con 50 eventi in un mese nel centro storico e nelle frazioni e tutto quello che piace a grandi e piccini: l’albero in piazza Matteotti e le luminarie nel cuore della città nel segno del risparmio energetico; il ritorno dei grandi appuntamenti della tradizione, dalla Mostra Internazionale di Arte Presepiale ai Babbi Natale in canoa e in vespa, al villaggio di Babbo Natale a Petrelle, fino alla Befana volante; le novità, dalla veste grafica del programma alle iniziative promosse con i commercianti, il tessuto culturale e sociale cittadino, come il mercato settimanale no stop 8.00-18.00 dell’8 dicembre, il Santa Claus Bus del 9-10-11 dicembre con l’animazione per i bambini e il Christmas Party del 17 dicembre con spettacoli, artisti di strada, musica, giochi e negozi aperti fino alle 22.00; i laboratori sul Natale e i giochi in Pinacoteca comunale, Biblioteca Carducci, Centro delle Tradizioni Popolari e Museo Malakos; l’esibizione di Castello Danza e della Scuola comunale Puccini il 17 dicembre al Teatro Degli Illuminati e i concerti musicali della Filarmonica Puccini e della corale Marietta Alboni; le visite guidate nel centro storico; l’animazione e i mercatini a Trestina, Cerbara.

“In un periodo di difficoltà generalizzata, che tocchiamo con mano anche nella nostra comunità, la risposta dell’amministrazione comunale è quella di investire su un Natale vivo e ricco di attrazioni, per chiamare a raccolta i cittadini attorno a eventi tradizionali e innovativi pensati per stare insieme, attrarre turisti e dimostrare la nostra vicinanza ai commercianti, agli ambulanti, al mondo della cultura cittadino, puntando su un programma capace di valorizzare il centro storico e le frazioni, con l’attenzione ai consumi energetici, ma anche al giusto spirito natalizio che non può mancare dopo gli enormi sacrifici della pandemia”, hanno dichiarato stamattina l’assessore al Commercio e al Turismo Letizia Guerri e l’assessore alla Cultura Michela Botteghi (nella foto), presentando il cartellone di Natale in Città 2022-2023 insieme ai protagonisti delle iniziative che si svolgeranno a partire dalla tradizionale accensione delle luminarie di sabato 3 dicembre alle ore 18.00 fino all’Epifania e oltre, con la Befana volante in piazza Gabriotti di venerdì 6 gennaio e i laboratori per bambini al Centro delle Tradizioni Popolari di domenica 8 gennaio.

“Abbiamo voluto dare un segnale di fiducia e attenzione a tutti i tifernati offrendo loro tante opportunità di vivere le festività in città e testimoniare la vicinanza dell’amministrazione comunale al nostro tessuto commerciale, con iniziative che interesseranno tutto il centro storico e i territori che circondano il capoluogo, studiate per offrire divertenti momenti di ritrovo e piacevoli occasioni per lo shopping natalizio”, ha sottolineato l’assessore Guerri, rimarcando “l’importante collaborazione con il Consorzio Pro Centro del presidente Cristian Braganti e i commercianti di tutta la città, ma anche la positiva sinergia con gli operatori del mercato cittadino e la Federazione Italiana Venditori Ambulanti del presidente regionale Mauro Fortini, nel solco del comune impegno per promuovere e valorizzare Città di Castello e il suo tessuto economico”. L’assessore Botteghi ha tenuto a sottolineare che “il Natale offrirà l’occasione per vivere appieno i luoghi della cultura cittadina ed esaltarne la naturale vocazione ad accogliere le persone”.

“Il teatro, le piazze, i musei, la biblioteca ospiteranno eventi di ogni tipo pensati per tutte le età, che spazieranno dalla musica agli spettacoli, dai laboratori alle letture animate, fino ai giochi da tavolo, dalle visite guidate in città e nei musei alle mostre espositive, fino agli eventi in città e nelle frazioni”, ha puntualizzato l’assessore, nel ringraziare “le proposte e la collaborazione venute dal tessuto culturale cittadino, che hanno permesso di creare così tante opportunità e far sentire tutti parte di un unico progetto natalizio”. Nel corso della conferenza stampa Guerri e Botteghi hanno evidenziato l’attenzione al contenimento dei costi energetici, con le luminarie a led a basso consumo e il contingentamento dell’accensione delle decorazioni che sarà limitata ai momenti di maggiore frequentazione dei luoghi pubblici cittadini. Gli assessori hanno inoltre colto l’occasione per sottolineare il lavoro prezioso e professionale del personale comunale degli assessorati al Commercio, al Turismo e alla Cultura, che hanno reso possibile la programmazione e l’organizzazione degli eventi di Natale in città.

In questo ambito l’assessore Botteghi ha evidenziato il progetto in sinergia con il Comune di San Giustino, di cui sarà protagonista Castello Danza l’11 dicembre in piazza Matteotti. Il cartellone completo e gli aggiornamenti potranno essere consultati in tempo reale durante tutto il periodo delle festività sul portale istituzionale “Città di Castello Turismo” (https://www.cittadicastelloturismo.it), sul sito web del Comune (https://www.comune.cittadicastello.pg.it) e sui canali social dell’ente. Nel ringraziare l’amministrazione comunale “per aver deciso di non rinunciare all’illuminazione del centro storico e alla formula classica del Natale in città” è stato il presidente del Consorzio Pro Centro Braganti, che ha testimoniato la soddisfazione per “il cartellone di eventi che caratterizzerà il cuore della città e richiamerà visitatori in tutte le vie e le piazze dove c’è un’attività commerciale”.

“Nonostante le difficoltà e le incertezze che viviamo quotidianamente – ha aggiunto Braganti –  faremo tutto il possibile perché le famiglie si sentano accolte, perché  cittadini e turisti possano vivere appieno lo spirito natalizio e approfittare delle opportunità che offre il nostro tessuto commerciale”. Ad anticipare i motivi di interesse della Mostra Internazionale di Arte Presepiale che tornerà a Città di Castello dopo la pandemia è stato il presidente dell’Associazione Amici del Presepe Lucio Ciarabelli, che insieme al vice presidente Claudio Conti ha espresso “riconoscenza all’amministrazione comunale per tutto l’impegno finalizzato alla ripresa della manifestazione” e ha parlato di “un’edizione in grande stile, capace di presentare quanto di meglio offre il panorama dei maestri artigiani del presepe in tutta Italia”. Del protagonismo di Poliedro Cultura, con gli appuntamenti con letture, animazioni, giochi alla Pinacoteca Comunale, alla Biblioteca comunale, al Centro delle Tradizioni Popolari, ha parlato Elisa Duranti, mentre Debora Nucci ha illustrato il contributo inedito del Museo Malakos, con laboratori a tema e l’iniziativa nelle vie del centro storico di venerdì 23 dicembre.

(48)

Share Button