Foligno, 5 ott. 2023 – “Una Stagione, ideata insieme al Comune di Foligno, in cui il teatro è in dialogo con le nuove generazioni. – Il commento del Direttore del Teatro Stabile dell’Umbria Nino Marino – Dalla danza con coreografie internazionali firmate da Marcos Morau e Ohad Naharin, al successo di Silvio Orlando con La vita davanti a sé.

Alcune delle più significative figure del teatro, dal mito di Medea riletto da Marco Sgrosso ed Elena Bucci, a Otello di Shakespeare firmato da Andrea Baracco insieme a Letizia Russo, fino a una dirompente riscrittura del Cyrano in chiave rap”.

Il Sindaco di Foligno Stefano Zuccarini: “Questo cartellone della Stagione è sicuramente un altro fiore all’occhiello nella ricca proposta culturale della nostra città, grazie al quale Foligno può essere protagonista in Umbria nel panorama dell’offerta teatrale e punto di riferimento per l’Italia centrale.

Una serie di appuntamenti a tutto tondo, che sapranno soddisfare gli appassionati e, sono convinto, conquistare nuovo pubblico. L’amministrazione comunale anche questa volta ha dato piena e totale disponibilità, mettendo a disposizione tra l’altro l’Auditorium San Domenico che è un contenitore culturale di prestigio internazionale.

Un ringraziamento ancora una volta al Teatro Stabile dell’Umbria, con il quale collaboriamo con reciproche soddisfazioni e un caloroso benvenuto a Foligno a tutti gli artisti che saliranno sul palco, e a chi sarà a lavorare dietro le quinte, per farci vivere emozioni che solo la magia del teatro è capace di trasmettere”.

La Stagione teatrale 23/24 di Foligno, organizzata dal Teatro Stabile dell’Umbria in collaborazione con il Comune, prende il via al Politeama Clarici venerdì 27 ottobre alle 21 all’insegna della danza con la Compagnia Spellbound, che presenta una serata con due coreografie: The real you di Mauro Astolfi, fondatore e direttore artistico della Spellbound Contemporary Ballet, e Marte di Marcos Morau, uno dei coreografi più in vista del panorama europeo, coreografo, artista e direttore della compagnia da lui fondata La Veronal di Barcellona.

Mercoledì 15 novembre alle 21 al Politeama Clarici, Vanessa Gravina e Giulio Corso, diretti da Geppy Gleijeses con un grande e accuratissimo allestimento, sono i protagonisti di Testimone d’accusa, il magistrale dramma giudiziario scritto dalla regina del genere giallo e poliziesco Agatha Christie.

La Stagione prosegue giovedì 23 novembre, alle 21 all’Auditorium San Domenico, con Up & Down di e con Paolo Ruffini e la Compagnia Mayor Von Frinzius; un happening comico, disobbediente e commovente, che ha come filo conduttore le relazioni, tra cui quella con il tempo, con le emozioni, con la diversità. “Lavorando con questi attori – spiega Ruffini – ho scoperto una confidenza con la vita che loro possiedono e che noi cosiddetti normali, invece, abbiamo perduto. Ho imparato la vera essenza della resilienza: un limite che si trasforma in occasione.”

All’Auditorium San Domenico martedì 12 dicembre alle 21, Silvio Orlando è il protagonista de La vita davanti a sé, dal romanzo La vie devant soi di Romain Gary; un autentico capolavoro per tutti, dove la commozione e il divertimento si inseguono senza respiro. Orlando ci conduce dentro le pagine del libro con la leggerezza e l’ironia di Momò diventando, con naturalezza, quel bambino nel suo dramma.  

Giovedì 18 gennaio alle 21, all’Auditorium San Domenico, la storica compagnia di ricerca Le Belle Bandiere porta in scena La Canzone di Giasone e Medea rileggendo il mito a partire dall’opera di Euripide, attraverso le riscritture successive di Seneca e degli autori moderni. “La vicenda della madre assassina e dell’eroe greco indegno di gloria continua a spaventarci dopo millenni – dicono gli autori – mentre le parole di Euripide e le successive riscritture del mito introducono temi che ci toccano profondamente”.

Venerdì 26 gennaio alle 21, al Politeama Clarici, Aterballetto, tra le più significative realtà del panorama della danza in Italia, presenta una serata con 16 danzatori e due spettacoli YELED e SECUS firmati da due coreografi israeliani: una di Ohad Naharin – fondatore e direttore artistico di Batsheva Dance Company una delle più importanti compagnie al mondo – l’altra di Eyal Dadon.

Martedì 13 febbraio alle 20.45, al Politeama Clarici, in scena Otello da William Shakespeare, una produzione del Teatro Stabile dell’Umbria realizzata con il contributo speciale della Fondazione Brunello e Federica Cucinelli, diretta da Andrea Baracco interpretata da uno straordinario cast tutto al femminile composto da Valentina Acca, Flaminia Cuzzoli, Francesca Farcomeni, Federica Fracassi, Federica Fresco, Ilaria Genatiempo, Viola Marietti e Cristiana Tramparulo. “Il testo di Otello, con le sue domande abissali sull’ambiguità della natura e delle relazioni umane, mi accompagna da molti anni – spiega il regista – esiste, poi, nel testo, un altro tema per me cruciale: la riflessione sulla profonda affinità tra ciò che è teatro e ciò che è vita”.

Chiude la Stagione, mercoledì 13 marzo alle 21 all’Auditorium San Domenico, Leonardo Manzan con Cirano deve morire, una riscrittura per tre voci del Cyrano di Bergerac di Rostand. Uno spettacolo-concerto con testi e musiche originali dal vivo che trasforma la poesia di fine ‘800 in potenti versi rap; una straordinaria storia di amore e di amicizia uno dei più famosi triangoli del teatro moderno, la storia di due amici e di una donna di cui entrambi si innamorano: sono tre ragazzi proprio come i giovani attori chiamati a interpretarli sulla scena”.

Abbonamenti e biglietti

PRELAZIONE per gli abbonati della Stagione 2022/2023 da martedì 10 a sabato 14 ottobre.

Vendita dei NUOVI ABBONAMENTI da martedì 17 ottobre.

La VENDITA DEI BIGLIETTI prenderà il via a partire da lunedì 23 ottobre sul sito www.teatrostabile.umbria.it, da martedì 24 ottobre al Botteghino del Politeama Clarici.

PRENOTAZIONE TELEFONICA: Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075 57542222, tutti i giorni feriali dalle 17 alle 20 fino al giorno prima dello spettacolo. È possibile prenotare dopo l’ultima recita dello spettacolo precedente.

BOTTEGHINO POLITEAMA CLARICI, via Garibaldi, 147 – T 0742 352232, dal martedì al sabato dalle 17.30 alle 20, da una settimana prima dello spettacolo.

 

 

(309)

Share Button