Circa 100 persone anche al convegno organizzato nel weekend dalla Fondazione Marignoli di Montecorona e dalla Fondazione Federico Zeri

Spoleto, 9 ott. 2023 – Un weekend tra arte e storia, musica, natura e sviluppo sostenibile. Sono stati questi, in sintesi, gli aspetti che hanno caratterizzato gli eventi in programma a Palazzo Collicola, per la Giornata del Contemporaneo e al Museo delle Miniere di Morgnano con il laboratorio multidisciplinare Orlando.

Due giorni che hanno fatto registrare una ottima partecipazione di cittadini e turisti, tra cui moltissimi giovani, che hanno seguito le visite guidate, i trekking e le performance musicali che si svolte sabato 7 e domenica 8 ottobre.

Per la Giornata del Contemporaneo, che si è svolta a Palazzo Collicola sabato scorso, sono state 150 le persone che hanno visitato le mostre La sostanza agitata (collettiva con la partecipazione di undici artisti under 35 attivi in Italia) e Intervallo, dell’artista Flavio Favelli e che, alla fine delle visite, hanno seguito nel cortile interno la perfomance live di Panoram, tra i più significativi e apprezzati artisti della scena italiana legata alla musica elettronica, organizzata dall’associazione FuoriFestival.

Un centinaio sono state invece le persone che hanno partecipato alla due giorni del convegno “Artisti che non si direbbon di primo seggio. Comprimari (o protagonisti?) della scultura barocca tra Firenze e Roma”, organizzato nella Biblioteca Giovanni Carandente dalla Fondazione Marignoli di Montecorona e dalla Fondazione Federico Zeri per la chiusura della mostra Pittura preziosa, a cura di Michele Drascek, Duccio K. Marignoli, Simonetta Prosperi Valenti Rodinò.

Successo anche al Museo delle Miniere di Morgnano dove, in occasione del laboratorio multidisciplinare Orlando, curato dall’associazione culturale FuoriFestival in collaborazione con il Comune di Spoleto, l’Associazione Amici delle Miniere, il CAI sezione di Spoleto e WWF Young, sono state oltre 200 le persone che hanno visitato il Museo, partecipato alla passeggiata naturalistica nei luoghi dei minatori, assistito al talk organizzato in occasione della giornata nazionale “Urban Nature” e seguito, in serata, la performance live con la partecipazione di Funaro (designer delle luci), AFM e DELIKWE (sonorizzazione).

Quello che è accaduto nel weekend, l’alta partecipazione registrata, sono il frutto di un lavoro di squadra, di una rete di collaborazioni che il direttore dei musei comunali Saverio Verini sta portando avanti con grande capacità e convinzione – sono state le parole dell’assessore Danilo Chiodetti

Il mio plauso va a lui, per le proposte artistiche che sta presentando a Spoleto e a tutti i soggetti, in primis all’associazione Fuori Festival e alla Fondazione Marignoli di Montecorona, che hanno reso ricca, interessante e suggestiva questa due giorni di eventi dedicata alla storia, alla memoria e all’arte”.

(8)

Share Button