Stanziati ulteriori 1.960.000 euro in aggiunta ai 6 iniziali, pubblicate le graduatorie

Perugia, 14 nov. 2023 – Ammontano a 7 milioni 960 mila euro le risorse che la Regione Umbria ha stanziato a sostegno delle famiglie attraverso l’erogazione di borse di studio a beneficio degli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie, residenti in Umbria: lo rende noto l’assessore regionale all’Istruzione, Paola Agabiti (nella foto), informando che “la Giunta regionale ha incrementato con ulteriori 1.960.000 euro i 6 milioni stanziati inizialmente a copertura delle richieste e che il 13 novembre sono state pubblicate le graduatorie relative all’ultimo avviso pubblico per la concessione delle borse di studio per l’anno scolastico 2022/2023”.

“Le risorse stanziate garantiscono la copertura totale delle richieste e nei prossimi giorni saranno erogati i contributi. Le borse – ricorda l’assessore Agabiti – sono finanziate dal Programma Regionale Fondo Sociale Europeo nell’ambito dell’asse Istruzione e formazione per una copertura finanziaria iniziale di 6 milioni di euro, integrata – puntualizza – dalla Giunta regionale con ulteriori 1.960.000 euro per coprire l’intero fabbisogno e dare totale copertura finanziaria a tutte le istanze pervenute e ammissibili a finanziamento. Un’azione questa, fortemente voluta anche dalla presidente Donatella Tesei”.

“Confermiamo la grande attenzione di questo governo regionale per le politiche per la famiglia – ha commentato la presidente Tesei – Abbiamo incrementato ancora di più la cifra messa a disposizione per le borse di studio agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, al fine di rispondere positivamente a un numero maggiore di istanze. Questa misura si somma alle tante che abbiamo messo in campo e che accompagnano la vita del bambino dal momento della nascita, con supporti alle neo mamme e alle famiglie, sino a tutto il percorso scolastico compreso quello universitario, senza dimenticare gli aiuti per chi si iscrive alle attività sportive. Abbiamo cercato di creare un sistema di sostegno, ormai divenuto strutturale, per stare accanto alle famiglie in un momento di crisi economica e al tempo stesso per cercare di combattere l’inverno demografico che colpisce il nostro paese”.

“La Regione – aggiunge Agabiti – proprio con questi obiettivi, a partire dall’anno scolastico 2020/21, ha dato avvio ad un significativo intervento mirato all’emanazione di bandi regionali relativi all’erogazione di borse di studio a beneficio degli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie, residenti in Umbria. Con questa azione quindi, – conclude l’assessore Agabiti – si vuole andare incontro ai nuclei familiari in crescente difficoltà – soprattutto nell’attuale congiuntura economica – facendo sì che possano garantire ai propri figli e alle proprie figlie la prosecuzione di un adeguato percorso scolastico fondamentale per la formazione culturale e la propria crescita sociale”.

Per l’anno scolastico 2022/23 sono pervenute richieste per un numero complessivo di borse di studio pari a 29.577.

Il numero di borse di studio richieste è progressivamente aumentato negli anni (rispetto al primo avviso, relativo all’anno scolastico 2020/2021, l’incremento è stato pari al 37,7%), arrivando a interessare una parte importante degli studenti di età compresa tra i 6 ed i 18 anni.

Si tratta principalmente di studenti della scuola primaria (38,8%) e della scuola secondaria di II grado (34,7%). Gli importi riconosciuti sono pari a 150 euro per gli alunni della scuola primaria, 250 per coloro che frequentano la scuola secondaria di I grado e 400 euro per gli alunni della scuola secondaria di II grado.

La graduatoria sarà consultabile, oltre che sul Bollettino ufficiale della Regione,    anche    sul sito di  Sviluppumbria all’indirizzo

https://www.sviluppumbria.it/-/bando-per-borse-di-studio-studenti-regione-umbria-a-s-2022-2023

(185)

Share Button