Perugia, 17 nov. 2023 – Proseguono i controlli della Sezione della Polizia Stradale di Perugia finalizzati a prevenire le condotti imprudenti e la guida in stato di alterazione da alcol o stupefacenti.

Nel corso dei servizi di vigilanza stradale lungo la Strada Statale E-45, in località Lidarno, gli agenti della Polizia Stradale di Perugia hanno notato un uomo alla guida di un’auto, procedere con fare incerto.

Insospettiti, hanno quindi deciso di fermarlo per sottoporlo ad un controllo più approfondito.

Identificato come un cittadino italiano di 36 anni, l’uomo ha mostrato fin da subito evidenti segni di alterazione psicofisica dovuti all’abuso di alcol.

Per questo motivo, gli operatori hanno deciso di sottoporlo alla prova dell’etilometro che ha dato esito positivo.

L’uomo, infatti, è risultato avere un tasso alcolemico cinque volte superiore al limite consentito dalla legge.

Dagli ulteriori approfondimenti, inoltre, è emerso che al conducente era stata ritirata la patente nel 2007 e, da allora, non l’aveva più conseguita.

Terminate le attività di rito, il conducente è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza e con patente ritirata.

Nei suoi confronti è scattato anche il sequestro della vettura ai fini della successiva confisca.

Un conducente di un trattore stradale, invece, è stato fermato lungo la Strada Statale E-45 dal personale del Distaccamento Polizia Stradale di Città di Castello che lo aveva sorpreso mentre, a velocità sostenuta, si dirigeva verso l’Emilia-Romagna. Nel corso dei controlli, l’uomo, identificato come un cittadino marocchino di 37 anni, ha mostrato fin da subito evidenti segni di alterazione psicofisica dovuti all’abuso di alcol.

Sottoposto alla prova dell’etilometro, è risultato avere un tasso alcolemico tre volte superiore al limite consentito.

Per questi motivi, dopo aver provveduto al fermo amministrativo del veicolo – che veniva affidato al soccorso stradale a disposizione del proprietario – il conducente è stato deferito all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 186 del C.d.S. per guida in stato di ebbrezza.

Nei suoi confronti, inoltre, sono scattate le sanzioni amministrative per guida senza patente e carta di circolazione al seguito, eccesso di velocità e irregolarità nella documentazione dei tempi di guida e di riposo.

L’attuale sistema normativo esige, infatti, che i conducenti professionali, al pari dei neopatentati, abbiano un tasso alcolemico alla guida pari a zero. In caso di violazione è prevista la revoca della patente con la possibilità che, tale sanzione, possa essere valutata come giusta causa di licenziamento ai sensi dell’articolo 2119 del codice civile.

 

 

 

(6)

Share Button