Tre sono minorenni. Un23enne tunisino, senza fissa dimora, era gravato da un provvedimento di espulsione. Parte della refurtiva è stata riconosciuta e restituita alle vittime

Perugia, 30 aprile 2024 – I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Perugia e della Stazione di Ponte San Giovanni, nella notte di sabato scorso, 27 aprile, sono intervenuti nel centro storico ove, intorno alle 04.40, erano stati segnalati da residenti, in via Matteoli, almeno una decina di giovani visti prendere a calci le autovetture in sosta.

Raggiunta la zona di interesse i militari hanno rintracciato alcune delle persone indicate, un gruppo di 7 ragazzi, tra cui 3 minori di 15, 16 e 17 anni, che si sono immediatamente date alla fuga nelle vie limitrofe tentando di sottrarsi al controllo degli operanti.

Inseguiti e fermati dai Carabinieri, sono stati trovati in possesso di oggetti, tra cui alcuni monili in oro, di cui non hanno saputo giustificare il possesso, pertanto, con l’ausilio fornito da personale della Questura di Perugia, sono stati accompagnati in via Ruggia, sede del Comando Provinciale dell’Arma.

Gli accertamenti che ne sono conseguiti, protrattisi per diverse ore in quanto le condotte inizialmente palesatesi potevano essere molteplici, hanno permesso di stabilire che i fermati corrispondevano agli autori di almeno due furti in abitazione perpetrati poco prima nell’area anzidetta.

Difatti, parte della refurtiva rinvenuta nella loro disponibilità è stata riconosciuta e restituita ad altrettante vittime invitate nella mattinata in caserma, mentre per i restanti oggetti recuperati sono in corso ulteriori verifiche tendenti a stabilire possibili altre ipotesi di delitto commesse nell’arco notturno, così da risalire ai rispettivi proprietari.

Nel corso degli approfondimenti investigativi è emerso che uno dei fermati, 23enne di origini tunisine, senza fissa dimora, era gravato da un provvedimento di espulsione emesso dal Questore di Perugia lo scorso 2 gennaio, motivo per cui è stato accompagnato presso il CPR – Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Roma Ponte Galeria per i successivi adempimenti.

Al termine delle attività di polizia giudiziaria, i 7 giovani sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica per i Minorenni e alla Procura della Repubblica di Perugia per il reato di furto in abitazione in concorso.

(30)

Share Button