Articolo a cura di GINO GOTI

Perugia, 4 lug. 2024 – Una prateria di colori ha illuminato uffici e corridoi dell’Agenzai Generali in via Settevalli, 175 a Perugia. Autore delle opere Francesco Maria Giuliani che fin da piccolo ha manifestato l’amore per il disegno, i colori, le creazioni fantasiose. Appassionato di musica e di poesia l’artista, nato a Treviso ma perugino di adozione, riflette nelle sue opere il ritmo incalzante del colore, alternando vivacità a un melodico “do minore”, dice il critico, talvolta arabescato da una immaginazione lirica.

La sua impronta è fauve ed espressionista, ma si ispira anche agli equilibrismi aerei dei futuristi. Le sue mostre hanno avuto sempre il consenso del pubblico e della critica. Di lui Mimmo Coletti ha scritto: “inventa dall’alto di una sensibilità sgranata che lo porta a percorrere forme e cadenze di un passato più o meno recente”. Giuliani si è formato come ceramista artistico nella scuola di Romano Ranieri a Deruta.

Di se stesso l’artista ha scritto “L’arte ha il potere di rendere manifesto il colore dell’anima” e la sua anima è ricchissima di colori che conquistano lo spettatore creando emozioni e gioia.

La mostra di Francesco Maria Giuliani “Scrivere le emozioni”, in via Settevalli, 175 a Perugia, è visitabile fino ai primi giorni di settembre. Nella presentazione, il giorno dell’inaugurazione, è stato detto che “è forse la prima volta che in un luogo dove si parla di numeri, di polizze, di lavoro, di denaro entra il bello dell’arte e della cultura. E noi siamo felici di avere aperto le nostre porte a questi colori, a queste armonie, a queste espressioni dell’anima”.

(7)

Share Button