“Insieme per Città della Pieve”, un progetto di visione futura della città

Città della Pieve,, 31 marzo 2024 – Adesso è ufficiale. Marco Cannoni è candidato sindaco a Città della Pieve con la lista “Insieme per Città della Pieve”, che ha l’ambizione di rappresentare le forze ed i valori del centro-sinistra ed è aperta al contributo di chiunque voglia mettersi a disposizione e dare idee e proposte per il bene della città.

Nato e cresciuto a Moiano, Cannoni è un ragazzo di 38 anni laureato in giurisprudenza e con alle spalle un’esperienza nell’Amministrazione Comunale pievese.

“È stata una decisione ponderata e per certi versi anche difficile da prendere – spiega Cannoni – perché sento forte su di me il peso della responsabilità di amministrare la cosa pubblica. Sono giovane, pieno di energie e idee importanti per il futuro, credo di avere il giusto mix di esperienza e ambizione per amministrare con coraggio Città della Pieve”.

Il progetto di Cannoni si sviluppa su alcune direttrici che hanno l’obiettivo di costruire delle nuove opportunità per chi è nato e vive nel Comune, in particolare per le giovani generazioni che non vedono un futuro di stabilità a Città della Pieve. Mettendo sempre al centro la persona.

“Credo che chi amministra – continua Cannoni – debba avere una visione a lungo termine e fare scelte che guardino al domani. Per questo mi sento di poter rappresentare un’alternativa valida all’amministrazione uscente che a mio avviso ha spesso fatto scelte non condivisibili, senza una visione lungimirante”.

Tra i principali punti chiave del suo programma ci sono temi come servizi, opportunità, sicurezza, turismo e residenzialità. Con un occhio di riguardo al problema sempre più crescente del disagio giovanile.

“Voglio promuovere – spiega Cannoni – un’amministrazione aperta, trasparente e partecipativa, in cui ognuno possa sentirsi coinvolto ed ascoltato, sia come singolo che come membro della comunità. Nel nostro territorio la parola ‘comunità’ è sempre stata sinonimo di solidarietà, socialità, uguaglianza: tutti valori che portiamo nelle nostre radici e che vorremmo mettere al servizio del progetto”.

Per questo intende riprendere un dialogo con tutto il mondo associativo, con i giovani troppo spesso non ascoltati, con il mondo imprenditoriale e con quello commerciale, coinvolgendoli in maniera attiva in modo da condividere le principali scelte amministrative dei prossimi anni e costruendo una rete di interessi fondamentale per la ricercata esigenza di uno sviluppo economico e sociale.

“La sfida – prosegue il candidato del centro-sinistra – passa anche dalla necessità di implementare i servizi e le infrastrutture, materiali e immateriali, che servono la nostra città. Per incentivare il benessere dei cittadini e la residenzialità dovremmo impegnarci nella cura dei luoghi pubblici, costruendo un rapporto tra territorio e cittadino che può rappresentare un volano anche per la creazione di nuove opportunità lavorative. Questo tema, che coinvolge tanto le nuove generazioni quanto quelle più adulte, credo sia il collante necessario affinché si creino nuove forme di inclusione sociale”.

Parte così la campagna elettorale di Cannoni: “In queste settimane sarò il più possibile in mezzo alla gente, mi piace il confronto, il rapporto umano, parlare con le persone e condividere pensieri e progetti. Oggi si costruisce il nostro domani”.

(42)

Share Button