Perugia, 30 aprile 2024 – A seguito di chiamata al Numero Unico di Emergenza Europeo, gli agenti della Polizia di Stato di Perugia sono intervenuti in un’abitazione del capoluogo per una violenta lite in famiglia, a seguito della quale hanno tratto in arresto un cittadino moldavo – classe 1976, gravato da precedenti di polizia – per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Giunti sul posto, gli operatori hanno avvicinato il 47enne fuori dall’abitazione, il quale, in escandescenza, ha aggredito i poliziotti, tentando di colpirli e di spintonarli, insultandoli e minacciandoli.

Nonostante i tentativi di riportarlo alla calma, l’uomo ha continuato ad opporre resistenza, ostacolando l’attività degli operatori che si sono visti costretti a contenerlo in sicurezza e ad accompagnarlo in Questura, dove ha proseguito con la propria condotta aggressiva arrivando persino a tentare di colpire i poliziotti con una sedia.

Gli agenti hanno poi preso contatti con il richiedente – figlio del 47enne – che ha riferito che il padre, dedito al consumo di bevande alcoliche e al gioco, quella mattina aveva aggredito la madre, tentando di colpirla con delle forbici.

Al termine delle attività di rito, il 47enne è stato tratto in arresto per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale e deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di maltrattamenti in famiglia.

Su disposizione del Pubblico Ministero è stato trattenuto presso le celle di sicurezza fino all’udienza per direttissima di questa mattina, nell’ambito della quale il Giudice ha convalidato l’arresto.

 

 

 

(18)

Share Button