Domenica 19 maggio si terrà l’assemblea dove si parlerà anche di diagnosi, di assistenza ai celiaci e saranno resi noti i dati regionali

Perugia, 17 maggio 2024In Umbria, ogni anno, si registrano almeno un centinaio di nuovi casi di celiachia. Proprio per sensibilizzare la cittadinanza su questa patologia, in occasione della Settimana nazionale della Celiachia (11 – 19 maggio), Aic (Associazione italiana celiachia) ha promosso, in collaborazione con i Comuni e le più importanti aziende della ristorazione collettiva, l’iniziativa “Tutti a tavola, tutti insieme: le giornate del menu senza glutine”, l’organizzazione di un pasto senza glutine per tutti nelle mense delle scuole dell’infanzia e primaria. (Nella foto, Samuele Rossi)

In Umbria, negli istituti aderenti all’iniziativa, sono stati somministrati 4.865 pasti senza glutine. Nello specifico lunedì 13 maggio lo si è fatto nelle scuole del Comune di Bastia (con 950 pasti), martedì 14 nella direzione didattica “Jole Orsini” di Amelia (435), mercoledì 15 nel Comune di Orvieto (700), giovedì 16 nel Comune di Foligno (1.500), venerdì 17 nei Comuni di Nocera Umbra (180) e Spoleto (1.100).

 “Questi appuntamenti sono fondamentali – dichiara il presidente regionale Samuele Rossi perché servono a sensibilizzare la cittadinanza e la classe medica a mantenere alta l’attenzione sulla sintomatologia che può far sospettare nel paziente l’esordio della celiachia. Una diagnosi precoce, infatti, è fondamentale per prevenire possibili complicanze”.

Proprio per la delicatezza del tema che, domenica 19 maggio presso il Chocohotel di Perugia, durante l’assemblea ordinaria si parlerà sull’importanza dei follow up, degli screening e sulle novità per le persone celiache. Nella prima parte della mattinata ci sarà l’approvazione del bilancio di Aic Umbria 2023 ed il punto della situazione sull’attività dell’associazione.

Dalle ore 11 alle 13, invece, interverrà il comitato scientifico di Aic Umbria. Dopo l’introduzione, a cura del professor Giuseppe Castellucci, si parlerà dell’importanza del Follow Up (dott.ssa Rita Cozzali), dello screening Diabete di Tipo 1 e Celiachia (dott.sse Giulia Berioli e Rita Cozzali), degli studi di coorte e le terapie alternative nell’adulto (dott. Francesco Valitutti).

(11)

Share Button