L’intervento è stato affidato alla ditta Prefabbricati Ferrocostruzioni srl. Le strutture  ospiteranno da settembre prossimo gli studenti della “Dante Alighieri”

Spoleto, 6 giugno 2024Sono iniziati i lavori per la realizzazione dei due moduli ad uso scolastico nell’area di Santo Chiodo. Il Comune di Spoleto ha affidato a fine maggio alla ditta Prefabbricati Ferrocostruzioni srl il servizio di noleggio con fornitura, posa in opera e riscatto dopo 24 mesi delle due strutture prefabbricate che, a partire dal prossimo anno scolastico, accoglieranno gli studenti della scuola secondaria di I grado “Dante Alighieri”.

L’area prescelta per la costruzione dei due moduli è quella di Santo Chiodo in via dei Tessili, di proprietà comunale dove è presente l’area di Protezione Civile. Attualmente i lavori riguardano la preparazione del sito, con riporto e rullaggio di materiale stabilizzato, collocazione delle strutture fondali di appoggio e avvio del posizionamento provvisorio dei moduli.

La struttura ad uso scolastico avrà una superficie di circa 900 mq e accoglierà circa 250 studenti (12 aule), con uffici e segreteria didattica, compresi servizi igienici, aula insegnanti, locale per personale ATA e deposito, mentre la seconda per lo svolgimento delle attività sportive sarà di circa 250 mq comprensivi di palestra, spogliatoi e servizi.

Entrambe saranno realizzate con componenti, infissi, impianti di riscaldamento e raffrescamento ed impianto fotovoltaico in copertura, con caratteristiche costruttive che consentiranno di rispettare sia i livelli di prestazione energetica degli edifici, garantendo un adeguato comfort termoigrometrico per tutto l’anno, sia i requisiti acustici passivi degli edifici previsti dalla normativa.

Per quanto riguarda il posizionamento dei moduli prefabbricati si terrà conto delle caratteristiche dell’area, della prossimità agli accessi, delle esigenze di sicurezza e di funzionalità delle soluzioni.

L’intervento, il cui costo complessivo è di € 1.129.386,05, prevede anche il montaggio degli impianti elettrici, idrico-sanitari, riscaldamento, le luci di emergenza, l’impianto fumi e la relativa certificazione, il quadro elettrico generale, il sistema di rilevazione ed allarme antintrusione dotato di un numero di rilevatori sufficiente a sorvegliare l’intero volume del prefabbricato.

 

 

(3)

Share Button