Perugia, 29 giugno 2024 – Gli agenti della Polizia di Stato di Perugia, a seguito di intervento per inottemperanza alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa, hanno tratto in arresto un uomo – classe 1986, con precedenti di polizia – per violazione delle prescrizioni disposte dall’Autorità Giudiziaria.

L’indagato era già stato raggiunto da un’ordinanza che disponeva l’allontanamento dalla casa familiare e la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa, oltre ai luoghi dalla stessa abitualmente frequentati, emessa dal Tribunale di Perugia.

Il 38enne, nonostante la misura cautelare, ieri mattina si è recato nei pressi dell’esercizio commerciale dove lavora la vittima facendo scattare l’allarme del braccialetto elettronico, circostanza che ha indotto gli agenti delle Volanti ad intervenire immediatamente.

Gli agenti, giunti sul posto, lo hanno sorpreso ancora nei pressi dell’esercizio commerciale, in palese violazione delle prescrizioni relative alla misura cautelare del divieto di avvicinamento, disposta dell’Autorità Giudiziaria nei suoi confronti.

Avvicinato dai poliziotti, l’uomo, in evidente stato di agitazione, è stato sottoposto a perquisizione con esito positivo; è stato infatti trovato in possesso di circa 3 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish, poi sottoposta a sequestro.

Accompagnato in Questura per le attività di rito, l’uomo è stato tratto in arresto e, su disposizione del Pubblico Ministero, trattenuto presso le camere di sicurezza, in attesa dell’udienza di convalida.

Il 38enne è stato anche sanzionato ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/90 per detenzione di sostanza stupefacente.

 

 

(22)

Share Button