Perugia, 2 luglio 2024Nel corso dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio nel centro storico di Perugia, il personale della Polizia di Stato è intervento presso un esercizio pubblico, a seguito del quale ha denunciato per i reati di minacce aggravate e possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere un cittadino tunisino, classe 2002, gravato da numerosi precedenti di polizia.

Gli agenti, giunti sul posto, hanno escusso la vittima, la quale ha riferito che, poco prima, un uomo, dopo aver consumato alcolici, senza un apparente motivo, lo aveva minacciato impugnando un coltello.

Nonostante i tentativi di allontanarlo dal locale, il 22enne aveva proseguito con la propria condotta aggressiva attingendo la vittima con dello spray al peperoncino e minacciandola con un grosso machete.

Il proprietario, a quel punto, intimorito dalle minacce del giovane, ha richiesto l’intervento della Polizia di Stato, mettendo in fuga il giovane.

Gli agenti della Squadra Volante, constatato che la vittima non necessitava dell’intervento dei sanitari, hanno raccolto tutte le informazioni utili al rintraccio dell’uomo che, in poco tempo, è stato localizzato e sottoposto a controllo.

Gli accertamenti condotti sul posto hanno consentito agli operatori di ritrovare, grazie anche alle dichiarazioni di un testimone, all’interno di un cestino dell’immondizia posto nei paraggi, un machete, lungo oltre 45 cm, e una bomboletta di spray al peperoncino, verosimilmente gli stessi oggetti utilizzati dall’uomo per minacciare la vittima.

Per questi motivi, al termine delle attività di rito, il 22enne è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di minacce aggravate e possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

 

 

(17)

Share Button