In corso nelle scuole la sensibilizzazione sui disturbi del comportamento alimentare, nell’ambito del progetto “La sfida dell’anima attraverso il corpo”

Perugia, 28 marzo 2024 – “Non disturbi dell’appetito, ma della relazione. Alla base vi sono soprattutto ferite d’amore”.

Negli incontri con gli studenti, previsti nell’ambito del progetto/concorso “La sfida dell’anima attraverso il corpo”, è questo il principale concetto che si cerca di far transitare tra i giovani.

Sono in corso gli incontri di sensibilizzazione nelle scuole superiori della provincia di Perugia che hanno aderito alla seconda edizione del concorso sul tema dei disturbi del comportamento alimentare, promosso da Soroptimist e Il Bucaneve odv, in collaborazione con la Provincia e il Comune di Perugia.

Gli ultimi in ordine di tempo sono stati quelli svolti presso l’Istituto Its Volta di Perugia e l’Istituto “Patrizi Baldelli Cavallotti” di Città di Castello.

Tenuti dalla presidente dell’Associazione il Bucaneve, Maria Grazia Giannini, sono essenzialmente tesi ad aprire un dialogo con i giovani, sempre più esposti al rischio di incorrere in uno dei molteplici e subdoli Dca.

“Non è solo un problema di alimentazione, né di appetito – ripete in ogni occasione Giannini – bensì di relazione. Ed è quello delle emozioni il piano su cui lentamente si può agire per contrastare e sconfiggere la malattia”.

I Disturbi del Comportamento Alimentare sono patologie complesse e persistenti, associate ad un’alterata percezione dell’immagine e ad un eccessivo controllo del peso. E che danneggiano fortemente la salute fisica e psichica di chi ne soffre.

Da anni Il Bucaneve odv e il Soroptimist International Club di Perugia sono impegnati in iniziative specifiche finalizzate a diffondere la presa di coscienza di queste patologie, promuovere la consapevolezza che le stesse si possono curare e sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di costruire una nuova cultura fondata sull’ascolto.

Gli stessi obiettivi insiti nel concorso per le scuole dal titolo “La sfida dell’anima attraverso il corpo”, rivolto appunto alle scuole del territorio provinciale.

“La Provincia di Perugia – ha avuto modo di dichiarare la consigliera delegata Erika Borghesi – è da sempre sensibile e attiva nel portare avanti e accompagnare progetti che coinvolgono la scuola e i giovani. E’ del resto anche grazie a iniziative come questa che si riesce a far emergere disagi e problematiche in quanto spesso è proprio la scuola l’ambiente che più di ogni altro favorisce l’espressione e la comunicazione del mondo interiore giovanile”.

L’iniziativa perugina si inserisce nell’ambito delle azioni di comunicazione legate alla Giornata nazionale del fiocchetto lilla (15 marzo), istituita con direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2018 come una giornata orientata all’informazione sul tema dei disturbi del comportamento alimentare.

Le scuole potranno aderire al concorso con lavori individuali, di gruppo o di classe sviluppando il tema in una forma espressiva quale racconto, poesia, brano musicale, disegno, modellazione, fotografia, videoclip.

C’è tempo fino al 30 aprile 2024 per inviare gli elaborati.

A tutte le scuole partecipanti verrà riconosciuto un premio in denaro, mentre alle singole classi che hanno realizzato gli elaborati verrà consegnato uno specifico attestato di partecipazione.

I premi e le menzioni saranno attribuiti nel corso di un evento che si svolgerà entro il mese di maggio presso la Sala dei Notari a Perugia.

 

(3)

Share Button