L’uomo, di origini tunisine, senza fissa dimora, con precedenti di polizia,  sarebbe stato sorpreso dal titolare di un esercizio commerciale a Prepo mentre forzava un registratore di cassa. Avrebbe tentato di fuggire attraverso una piccolissima finestra restandovi incastrato e morendo per asfissia

Perugia, 30 aprile 2024- Questa notte, poco dopo le 24.00, i Carabinieri della Stazione di Corciano sono intervenuti sul capoluogo, a seguito della comunicazione pervenuta al “Numero Unico di Emergenza – 112NUE” in cui si segnalava un furto in atto all’interno di un negozio di generi alimentari in zona Prepo.

I militari, giunti sul posto, hanno rinvenuto il cadavere di un 34enne, di origini tunisine, senza fissa dimora, con precedenti di polizia.

Dagli accertamenti esperiti è emerso che il ragazzo, introdottosi nell’esercizio commerciale, sorpreso dalla titolare a forzare il registratore di cassa, abbia tentato di fuggire da una piccolissima finestra posta sul retro del locale, restando però incastrato con il corpo a penzoloni all’esterno ed il collo e le braccia all’interno, decedendo verosimilmente per asfissia meccanica.

A seguire, sono sopraggiunti i Carabinieri della Stazione di Perugia, Sezione Radiomobile della Compagnia, oltre che personale del servizio sanitario 118 e dei Vigili del Fuoco.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, la salma è stata trasportato presso l’obitorio dell’Ospedale “Santa Maria della Misericordia” di Perugia, per i successivi accertamenti tesi a stabilire le cause della morte.

Sul caso indagano i Carabinieri della Stazione di Perugia.

 

(13)

Share Button